Emotività in ambito artistico: alla ricerca dei capolavori

TitleEmotività in ambito artistico: alla ricerca dei capolavori
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2015
AuthorsCristini, C., Della Vedova A M., Margiotta M., Bianchi G. Cesa, Bianchi M. Cesa, Cipriano A. Solimeno, & Cristini L.
JournalTurismo e Psicologia
VolumePubblicazione 2015
Issue2
Pagination25-33
Date Published12/2015
PublisherPadova University Press
Place PublishedPadova, IT
ISSN Number2240-0443
Keywordsarte, emotività, forza, fragilità, sindrome di Stendhal
Abstract

L’emotività struttura, caratterizza la vita psichica di ogni persona, dall’infanzia alla vecchiaia. Ogni giorno, più o meno consapevolmente, viviamo emozioni. Si reagisce, in modo differente, ai fatti della vita. L’interazione con l’ambiente, con quanto ci accade, induce l’attivazione e l’espressione di emozioni e sentimenti. Non è sempre facile identificare, circoscrivere ed esprimere ciò che si prova. Non si trovano le parole adatte a comunicare l’esperienza emotiva. Le emozioni possono determinare la fragilità o la forza di una persona in base alle esperienze vissute, a quanto hanno significato ed a ciò che si è compreso. La vita è una continua sfida tra forza e fragilità, nella prospettiva della realizzazione di sé. Gli stati emotivi richiedono di essere riconosciuti, valutati, controllati. Sono state descritte reazioni emotive di accentuata risonanza in persone che osservano dipinti o sculture. E’ conosciuta la sindrome di Stendhal che coglie il viaggiatore soprattutto nelle città d’arte. Lo scrittore francese racconta la sua esperienza emotiva all’interno della Basilica di Santa Croce a Firenze. Anche Freud, parlando dei suoi viaggi, specialmente in Italia, descrive le emozioni, i turbamenti provati nel visitare musei e luoghi d’arte. Il confronto con dipinti e sculture, coinvolgendo le memorie affettive, può mettere in crisi, ma anche rappresentare un’occasione per comprendere meglio il proprio mondo interiore. L’emotività esercita un’importante influenza sulle capacità di adattamento, di resilienza; è presente in ogni individuo, indipendentemente dall’età, dalle condizioni di salute e autonomia. Le emozioni ci accompagnano per tutta la vita, rappresentano la ragione e la risposta a quanto ci accade, in ogni situazione, compresa l’esperienza turistica, il viaggio nel mondo dell’arte.

ENG: Emotions structure and characterize the psychic life of every person, from childhood to old age. Every day, more or less consciously, we live emotions. We respond in a different way to the lifeevents. The interaction with the environment, with what happens, induces the activation and the expression of emotions and feelings. It is not always easy to identify, contain and express what you feel. You don’t found the right words to communicate the emotional experience. Emotions may determine the strength or fragility of a person in according to the experiences, to its meanings and its understanding. Life is a continuous challenge between strength and fragility, in the perspective of self-realization. Emotional states need to be recognized, assessed, monitored. Strong emotional reactions have been described in people looking paintings or sculptures. And it is known Stendhal syndrome that captures the traveler, especially in artistic cities. The French writer recounts his emotional experience in the Basilica of Santa Croce in Florence. Even Freud, speaking of his travels, especially in Italy, describes the emotions and the perturbations that he felt visiting museums and artistic sites. The interaction with paintings and sculptures, involving the emotional memories, may trouble, but also an opportunity to better understand their inner world. Emotion has an important influence on the adaptability and resilience; it is present in every individual, indipendently of age, state of health and autonomy. Emotions follow the lifetime, are the reason and the answer to what happens, in any situation, including the tourist experience, the journey into the world of art.

Paper: